FAQ (domande frequenti)

Domande frequenti sui pavimenti industriali in resina

CHE COS’E’ LA RESINA EPOSSIDICA?

Esistono vari tipi di resine e ognuna ha una sua caratteristica un suo vantaggio e un suo metodo di utilizzo. Nelle resine epossidiche sono esenti solventi indurenti a freddo appositamente formulate per la realizzazione di nuovi pavimenti in resina ad alte prestazioni, il rivestimento di pavimentazioni esistenti e la protezione delle pavimentazioni industriali in calcestruzzo.


QUALI SONO I CAMPI DI UTILIZZO DEI PAVIMENTI IN RESINA EPOSSIDICA?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina epossidica sono in grado di resistere a tutte le sollecitazioni chimiche e meccaniche che si riscontrano nelle condizioni d’uso a livello industriale; pertanto possono essere applicati in ogni ambiente industriale.


LA RESINA SI PUO’ APPLICARE SOLO SU SUPPORTI NUOVI O ANCHE SU SUPPORTI ESISTENTI?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina epossidica, previa adeguata preparazione, possono essere applicati sia su nuovi supporti sia su supporti esistenti  in calcestruzzo, gres, klinker o altri diventando parte integrante del nuovo pavimento.


PERCHÉ SCEGLIERE UN PAVIMENTO IN RESINA EPOSSIDICA?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina epossidica, sono pavimenti continui, monolitici, non hanno fughe pertanto non sono soggetti alla proliferazione microbica, di facile pulizia, quindi igienici e rispondono pienamente al sistema di autocontrollo HACCP.
Inoltre essendo impermeabili non assorbono sostanze che possono danneggiarli nel tempo come oli, grassi, lubrificanti, carburanti.


PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN RESINA RILASCIANO ODORI NEGLI AMBIENTI?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina epossidica sono atossici, non rilasciano odori negli ambienti di lavorazione perché i nostri formulati sono privi di sostanze volatili.


I PAVIMENTI IN RESINA EPOSSIDICA SONO CARRELLABILI?

Certamente i nostri pavimenti in resina epossidica, con elevate resistenze meccaniche, sono carrellabili, inoltre essendo continui sono particolarmente idonei negli ambienti dove il traffico dei carrelli è elevato perché l’assenza di fughe evita il sobbalzo del carrello, quindi minor costo di manutenzione del veicolo.


CON IL PAVIMENTO IN RESINA POSSO OTTENERE SUPERFICI PLANARI PER MAGAZZINI A CORSIE STRETTE?

Tra i vari pavimenti e rivestimenti in resina epossidica la pavimentazione in malta epossidica è quella che garantisce la correzione/creazione della planarità secondo le tolleranze richieste dal costruttore dei carrelli.


QUAL È LA DURATA DI UN PAVIMENTO IN RESINA?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina epossidica sono stati studiati per avere lunga durata nel tempo, nonostante siano sottoposti allo stress quotidiano delle attività; molti sono stati installati da oltre 10 anni, pertanto sono garantiti per il limite massimo 10 anni.


FATE SOLO LA FORNITURA O ANCHE LA POSA DEI PAVIMENTI IN RESINA?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina epossidica sono formulati nel nostro stabilimento e posati direttamente, da personale altamente specializzato:  fornitura “chiavi in mano”; quindi il Committente ha un unico interlocutore, noi, per questo molti ci hanno scelto.


I PAVIMENTI IN RESINA SONO ANTISCIVOLO/ANTI SDRUCCIOLO?

Certamente con i nostri pavimenti in resina epossidica si può ottenere il coefficiente d’attrito mirato alle esigenze, certificati con il metodo B.C.R.A. (British Ceramic Research Association Ltd.).  Essi sono particolarmente indicati in quei locali ove vi sono versamenti di oli e liquidi in genere, pertanto, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, conformi alla normativa vigente ( T.U. D.lgs 81/08 – ALLEGATO IV – p. 1.3.2)


CHE SPESSORE HA UN PAVIMENTO IN RESINA?

Per definire lo spessore di un pavimento in resina è determinante conoscere le caratteristiche del fondo che si incontra e la sua destinazione d’uso, in base a ciò è possibile applicare spessori fino a 5/7 mm.


COME SONO I PAVIMENTI IN RESINA DAL PUNTO DI VISTA ESTETICO?

I pavimenti  industriali in resina epossidica sono durevoli,  facili da pulire e di gradevole aspetto estetico.


EFFETTUALE LA RESINATURA DELLE PARETI?

Certo. La resinatura delle pareti si rende necessaria in quei locali ove necessita una superficie uniforme, impermeabile, facile da pulire e sanificare.
Il rivestimento è idoneo per il contatto con sostanze alimentari e per il rivestimento di contenitori liquidi destinati all’alimentazione, regolarmente certificato.


I PAVIMENTI IN RESINA SONO IGNIFUGHI?

I pavimenti e i rivestimenti che proponiamo, rispettano la normativa relativa ai prodotti o elementi di costruzione riferita alla caratteristica di reazione al fuoco.
Essi sono classificati in “Classe I” secondo i criteri del DM 26/06/1984.


A QUALI TEMPERATURE RESISTONO LE PAVIMENTAZIONI IN RESINA?

I pavimenti e i rivestimenti proposti, oltre a racchiudere tutte le caratteristiche specifiche per l’industria alimentare, raggiungono temperature  fino a – 40°C, pertanto sono idonei per essere impiegati in celle frigorifere.  Utilizzando poi particolari sistemi, si  ottiene la resistenza al contatto, di liquidi o sostanze, ad alte temperature.


DOPO QUANTO TEMPO È AGIBILE IL PAVIMENTO IN RESINA?

Il pavimento in resina con una temperatura ambiente di circa 10/15°C,  è calpestabile dopo 48 ore. E’ agibile al traffico veicolare dopo 4 giorni e alle sostanze chimiche dopo 7 giorni. Qualora fosse necessario ridurre i tempi di agibilità è possibile utilizzare sistemi a rapido indurimento.


PER REALIZZARE IL PAVIMENTO IN RESINA I LOCALI INDUSTRIALI DEVONO ESSERE PRIVI DI MACCHINARI?

No.Il pavimento in resina può essere realizzato anche in presenza di impianti inamovibili e l’attività dell’azienda deve essere temporaneamente bloccata nell’area interessata.


I PAVIMENTI IN RESINA SONO CONDUCIBILI – CONDUTTIVI?

Certamente i nostri pavimenti in resina epossidica, se richiesti, possono essere realizzati con caratteristiche antistatiche (conduttive) in grado di evitare l’accumulo di cariche elettrostatiche sulla loro superficie, in conformità alla norma CEI 64-4 ed alla norma EN 1081 con valori di resistenza elettrica inferiori a 106 Ohm


PAVIMENTI IN RESINA NECESSITANO DI MANUTENZIONE?

I pavimenti  in resina epossidica sono forti e resistenti nel tempo, resistono a tutte le sollecitazioni chimiche e meccaniche che si riscontrano nelle condizioni normali d’uso a livello industriale; qualora accidentalmente si danneggiassero, si possono sistemare con un intervento mirato.

REALIZZATE PAVIMENTI IN RESINA PER PARCHEGGI?

I rivestimenti in resina epossidica sono tutti carrabili, sono idonei per il rivestimento di parcheggi nelle svariate colorazioni; sono inoltre ideali per ristrutturare e bonificare i vecchi autosilo.


QUALE FINITURA È POSSIBILE APPLICARE AI PAVIMENTI IN RESINA?

L’aspetto finale delle pavimentazioni in resina epossidica, a seconda delle tipologie applicate si presenta: lucido, semilucido, opaco, satinato.